Spoleto, Sindaco De Augustins ‘fermata obbligatoria’

La Giunta DeAugustinis è  arrivata al capolinea. L’incontro con i rappresentanti del  PD , non ha avuto buon esito per il primo cittadino di Spoleto

Un’ora di  confronto, a guidare il Pd c’era il capogruppo Stefano Lisci con i consiglieri Marco Trippetti, Carla Erbaioli, Camilla Laureti e Daniela Tosti in rappresentanza del partito.

La  crisi iniziata con il passaggio di due Consiglieri comunali a Fratelli d’Italia (Paolo Santirosi Laboratorio e  Antonio Di Cintio (Rinnovamento) e , con l’ex Assessore Alessandro Cretoni licenziato , passato sotto la ‘bandiera’ di Fratelli d’Italia , poi riproposto con forza   nuovamente Assessore  dallo stesso Partito della Meloni  con il Sindaco   che ha sempre risposto picche al mittente; l’espulsione di ‘sette’ tra assessori e consiglieri comunali dalla Lega ,  lo sgretolamento totale e di una smarrita credibilità che pian piano ha preso sempre più piede.

Ecco così arrivare all’epilogo di una Storia scritta e cancellata dopo appena due anni e mezzo da quella vittoria di DeAugustinis  sulla candidata del centro sinistra  Camilla Laureti  con appena 84 Voti di vantaggio.

A questo punto i giochi sembrano fatti con il Sindaco chiuso all’angolo del Ring , in attesa del definitivo colpo da K.O!  DeAugustinis  ha  fatto intendere che l’intera  Giunta sarebbe  disposta anche a dimettersi , lui di certo non è d’accordo e non lo farà mai;  a questo punto c’è da chiedersi:  che De Augustinis  non abbia  ancora nel ‘cilindro’ l’ultima carta da  giocare?

Comunque vada ,qualcuno però ha il dovere a  chiedere scusa all’intera  Città , soprattutto a quegli elettori  che hanno riposto  fiducia  alla coalizione di Centrodestra  e al suo candidato.