Vaccino Johnson: via libera dell’Ema

C’è l’ok dell’Agenzia europea del farmaco (Ema) al vaccino Johnson & Johnson. Si attende ora l’autorizzazione da parte della Commissione Europea.

L’annuncio su Twitter

L’Agenzia europea del farmaco (Ema) ha autorizzato l’immissione in commercio condizionata per Janssen, il vaccino prodotto dalla multinazionale statunitense Johnson & Johnson, per gli adulti, a partire dai 18 anni. A comunicarlo è stata la commissaria alla Salute dell’Ue, Stella Kyriakides, con un post su Twitter, la quale ha aggiunto che “l’autorizzazione della Commissione europea per il vaccino di Johnson & Johnson seguirà a breve”.

“Questo segna un altro passo fondamentale per garantire che tutti i cittadini possano accedere il prima possibile a vaccinazioni sicure ed efficaci”, ha detto.

Janssen è dunque il quarto vaccino disponibile nell’Unione Europea dopo quelli di Pfizer-BioNTech, Moderna e AstraZeneca.

Lo studio dell’Ema sul vaccino Johnson

Il via libera dell’Ema al vaccino Johnson & Johnson arriva dopo uno studio clinico che ha coinvolto 44mila persone negli Stati Uniti, in Sud Africa e nei paesi dell’America Latina. Dall’analisi effettuata dall’Agenzia europea del farmaco è emerso che il vaccino Janssen ha un’efficacia pari al 67% nel prevenire il Covid-19 e un’efficacia fino all’85 per cento contro le forme più gravi.

Tuttavia, il dato sull’efficacia ha subito variazioni a seconda delle aree geografiche dove è stata eseguita la sperimentazione: 72 per cento negli Stati Uniti, 66 per cento nel Sudamerica e 57 per cento in Sudafrica, dove ha probabilmente influito sui risultati una variante che rende il virus più contagioso.

Inoltre, dallo studio sono emersi effetti collaterali lievi o moderati, risolvibili entro un paio di giorni dalla vaccinazione.

Attraverso una nota, l’Ema specifica che “la sicurezza e l’efficacia del vaccino continueranno a essere monitorate poichè viene utilizzato in tutta l’Ue, attraverso il sistema di farmacovigilanza dell’Ue e ulteriori studi sia da parte dell’azienda che delle autorità europee”.

 “Questo è il primo vaccino che può essere usato come dose singola”, ha ricordato inoltre la direttrice esecutiva dell’Ema Emer Cooke.

Il tweet di Ursula Von der Leyen

“Più vaccini sicuri ed efficaci arrivano sul mercato. Abbiamo appena autorizzato l’uso del vaccino di Johnson & Johnson nell’Ue, dopo il parere positivo dell’Ema. Col numero di dosi ordinate, possiamo vaccinare fino a 200 milioni di persone nell’Ue”, ha annunciato su Twitter la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen.

Come funziona il vaccino Johnson

Rispetto ai vaccini di Pfizer-BioNTech e Moderna, Janssen è meno costoso e non ha bisogno di essere conservato in potenti congelatori. Di conseguenza comporta meno difficoltà nella gestione delle consegne e nell’amministrazione delle dosi.

Inoltre, a differenza degli altri due, che sono a RNA messaggero, il vaccino di J&J è basato su un adenovirus nel quale è stato inserito un gene contenente le istruzioni per produrre una proteina del coronavirus. Nel momento in cui viene inoculata una dose, gli adenovirus stimolano alcuni tipi di cellule a produrre copie della proteina, che viene quindi riconosciuta come una minaccia dal sistema immunitario. L’organismo sviluppa una difesa contro la proteina del coronavirus, senza dover entrare in contatto con il coronavirus vero e proprio, evitando i rischi del caso.

Antonella Sica