Covid e viaggi: ci si potrà spostare in estate? Le ipotesi

La situazione Covid sia in Italia che in altri paesi sembra non essere ancora del tutto sotto controllo, e proprio per questo motivo l’idea di poter viaggiare tranquillamente durante l’imminente estate 2021 sembra sempre più svanire.

Il binomio Covid e viaggi, se teniamo conto della situazione vaccini e del numero dei contagi, sembra più che altro un rebus, una matassa difficile da ‘sbrogliare’ prima dell’arrivo dell’estate 2021. Scopriamo come si stanno muovendo i vari paesi.

Covid e viaggi: cosa aspettarsi per l’estate 2021?

Anche l’estate 2021, così come quella 2020, dovrà fare i conti con il Covid e con le varie restrizioni. In vista della ripartenza dei viaggi, intanto, i Paesi si stanno preparando ad accogliere i turisti.

La Thailandia ha riaperto al turismo ma, vista la scarsità dei visitatori, ridotti da 40-50mila al giorno a poche centinaia, ha lanciato una nuova potenziale attrattiva: la possibilità di trascorrere la quarantena obbligatoria di due settimane a bordo di uno yacht. Il governo ha appena annunciato l’iniziativa.

La Thailandia ha gradualmente riaperto i suoi confini da ottobre, lanciando a gennaio una prima iniziativa mirata con la possibilità di trascorrere la quarantena giocando a golf in un apposito resort. La scorsa settimana, il ministro del turismo thailandese ha detto che proporrà un altro progetto per consentire ai turisti di passarla in sicurezza nelle zone turistiche più popolari, comprese le località balneari.

Dopo aver lanciato l’isola di Kastellorizo come simbolo di meta Covid-free, la Grecia è pronta ad accogliere turisti immunizzati e guariti. Il Paese ellenico punta a dare il via alla stagione estiva entro la metà di maggio, ma solo per persone vaccinate, con gli anticorpi o in possesso di un test negativo.

La Spagna potrebbe lanciare il passaporto vaccinale da maggio: Il ministro del Turismo spagnolo Reyes Maroto ha dichiarato che il Paese potrebbe lanciare il passaporto vaccinale quando a Madrid si terrà la Fiera internazionale del turismo. Inoltre, era già stata resa nota l’intenzione della Spagna di prenderà in considerazione un “corridoio verde” per i turisti britannici vaccinati

Covid e viaggi: la Cina sperimenta il primo passaporto vaccinale

La Cina ha invece lanciato il primo ‘passaporto vaccinale’, con un programma appena attivato per consentire ai cittadini cinesi di viaggiare. Si tratta di un certificato digitale che mostra lo status vaccinale del soggetto con i risultati dei test e vi si può accedere attraverso la piattaforma social WeChat. Lo scopo del certificato è di “aiutare a promuovere la ripresa economica mondiale e facilitare i viaggi oltrefrontiera”, ha riferito un portavoce del ministero degli Esteri cinese. Al momento però tale “passaporto” – che può essere anche cartaceo- è solo disponibile per i cittadini cinesi e non è obbligatorio.

Luana Geria