Nuovo ricovero all’ospedale San Raffaele di Milano per Silvio Berlusconi

L’ex premier è stato ricoverato per ulteriori accertamenti dopo una visita di controllo

Per la seconda volta, nel giro di poche settimane, Silvio Berlusconi è stato ricoverato all’ospedale San Raffaele di Milano. Fonti romane del suo partito, Forza Italia, hanno confermato che l’ex premier si trova presso il nosocomio milanese da ieri pomeriggio. Dopo una visita di controllo si è infatti deciso di sottoporlo ad ulteriori accertamenti.

Silvio Berlusconi in ospedale

Dopo aver trascorso la Pasqua a casa di sua figlia Marina in Provenza, Silvio Berlusconi si è sottoposto ad una visita di controllo alla quale ha fatto seguito un nuovo ricovero. Il leader di Forza Italia era infatti già stato ricoverato lo scorso 24 marzo per il monitoraggio clinico di routine e l’adeguamento alla terapia in atto, come aveva riferito il suoavvocato Federico Cecconi. L’ex premier ha raggiunto il San Raffaele inelicottero ieri pomeriggio, dopo un volo dalla Francia.

Processo Ruby ter: attesa sentenza

Intanto, si attende la sentenza per il processo Ruby ter, prevista per domani a Siena. Silvio Berlusconi è imputato per corruzione in atti giudiziari insieme ad altre 28 persone, tra cui Danilo Mariani, pianista di Arcore. Quest’ultimo, secondo l’accusa, sarebbe stato pagato dall’ex premier per indurlo a falsa testimonianza sul caso Olgettine

Tuttavia, dato lo stato di salute del cavaliere, l’udienza potrebbe nuovamente slittare, come accaduto il 14 gennaio scorso. È probabile infatti che gli avvocati di Berlusconi, Federico Cecconi e Enrico De Martino, richiedano il rinvio per legittimo impedimento. I legali del leader di FI avevano annunciato la volontà dell’ex premier di fare una deposizione spontanea in aula.

Nel caso, si tratterebbe del quinto slittamento della sentenza. La prima volta era slittata il 21 maggio dello scorso anno in quanto i difensori di Berlusconi erano impossibilitati a raggiugere Siena a causa delle restrizioni anti-Covid. La seconda volta l’1 ottobre, a causa della positività al Covid di Berlusconi. Il terzo slittamento è avvenuto il 25 novembre 2020, in base alla volontà espressa dal leader di FI di deporre in aula. L’ultimo slittamento lo scorso 14 gennaio, dopo il ricovero dell’ex premier per accertamenti all’ospedale di Monaco.

Ricordiamo che il pm Valentina Magnini ha chiesto per Berlusconi unacondanna a 4 anni e 2 mesi di reclusione.

Antonella Sica