IL PD di ‘NO’ all’aumento della bolletta del Gas

Quattro domande rivolte all’Amministrazione

Il Partito Democratico di Spoleto esprime forti perplessità sulla vendita della rete gas da parte della Giunta Cardarelli, una mera operazione di bilancio che in realtà porterà ben poco nelle casse comunali rispetto al reale valore della rete e che soprattutto vedrà i cittadini pagarne le conseguenze con l’inevitabile aumento delle tariffe gas che saranno a quel punto in mano a privati che dovranno rientrare dall’investimento.

Per questi motivi chiediamo che l’amministrazione comunale risponda urgentemente a queste domande:

1. L’ipotesi dell’aumento del metano con percentuali che potrebbero salire dal 20% al 70% in più di quello che oggi pagano le famiglie è realistica?

2. Le promesse fatte in campagna elettorale tuttora non realizzate, saranno ora pagate dai cittadini tramite la bolletta?

3. Perché non è stata valutata l?’potesi alternativa della ‘concessione’ che avrebbe tutelato maggiormente i cittadini, mantenuto la rete pubblica e garantito comunque al Comune entrate costanti nel tempo?

4. Perché i cittadini, che in passato con sforzi e sacrifici hanno pagato di tasca propria la realizzazione della rete gas pubblica, devono ora subirne la privatizzazione con costi dell’operazione che sicuramente ricadranno ancora una volta sulle proprie tasche con i rincari delle bollette?

Chiediamo al Sindaco risposte concrete per i cittadini su una pericolosa operazione dettata esclusivamente da esigenze di bilancio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più da Oltre la Somma - La voce libera

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading