Scontro frontale .Muore ragazza di Montefranco

Morire a soli 25 anni  per una rapina da 50 euro. E’ l’assurdo destino di una ragazza di Montefranco  uccisa nello schianto tra la sua auto e quella di due rapinatori inseguiti dai carabinieri.

La ragazza, era a bordo di una Fiat Panda travolta in una curva dalla Ford Fiesta rubata da due albanesi durante una rapina nella frazione Alba Fucens, del comune di Massa d’Albe, nell’aquilano.

 Nell’incidente e’ morto sul colpo anche uno dei rapinatori, 28 anni, mentre l’altro, 21 anni, e’ stato trasportato in gravi condizioni all’ospedale di Spoleto dove e’ piantonato. La rapina che ha portato alla tragedia e’ stata compiuta la notte scorsa poco prima di mezzanotte. Quattro individui, volti coperti dai passamontagna, uno armato di taglierino, si sono introdotti in una casa isolata e, dopo aver minacciato il proprietario, un 64enne, si sono fatti consegnare 50 euro in contanti che la vittima aveva nel portafogli. Poi sono fuggiti a bordo della Fiesta. Non appena l’uomo ha dato l’allarme, sono state allertate le centrali operative di Rieti e Terni, che hanno attivato tutti i servizi di controllo del territorio. Poco dopo la mezzanotte, nei pressi del comune di Arrone, una pattuglia dei carabinieri di Terni ha intercettato la Fiesta, con a bordo i due malviventi. E’ scattato un inseguimento lungo la statale Flaminia, in direzione Terni-Spoleto. Secondo la ricostruzione l’auto dei rapinatori, all’uscita di una curva, a causa dell’elevata velocita’, ha invaso l’opposta corsia di marcia, travolgendo la Panda della ragazza, che proveniva dalla direzione opposta. La giovane e’ morta sul colpo, come anche uno dei rapinatori. L’altro, che in quel momento si trovava alla guida della Ford Fiesta, e’ in gravi condizioni. Per lui il fermo per rapina e per l’omicidio della ragazza a seguito dell’incidente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più da Oltre la Somma - La voce libera

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading