Si dimette l’ assessore Cintioli

Aggiornamento delle 13,45.Questa mattina l’assessore Giancarlo Cintioli ha rassegnato formalmente le proprie dimissioni dall’incarico di assessore ai Lavori pubblici

Di seguito la lettera consegnata al Sindaco Daniele Benedetti.

 

“Signor Sindaco,
dopo la riconferma delle dimissioni dell’assessore al Bilancio Paolo Proietti, con la
presente, ti rassegno formalmente anche le mie irrevocabili dimissioni dall’incarico di
assessore ai Lavori pubblici”.

 

“Ho maturato questa doverosa decisione – tra l’altro già annunciata nelle ultime
riunioni di maggioranza e di giunta – poiché nonostante più volte abbia portato alla tua
conoscenza la necessità di intervenire rapidamente nell’azione amministrativa, ad oggi,
non è più possibile temporeggiare poiché la città attende segnali e risposte rapide ed
efficaci”.

 

“Detto questo, appare un po’ tardivo il tuo appello all’unità, a lavorare insieme “per dare concretezza, in tempi rapidi, alla proposta di riequilibrio e dare cosi certezze e rassicurazioni ai cittadini” poiché, ad oggi, manca un progetto serio per un credibile
piano di rientro triennale dal disavanzo di amministrazione e sul tavolo ci sono solo
proposte fantasiose e poco attuabili”.

 

“Sono consapevole del fatto che il mio sia un atto forte, dirompente ma è un atto dettato dal senso di responsabilità e dalla necessità di dare certezze alla città in un momento delicatissimo che ruota inevitabilmente attorno al disavanzo di bilancio. Sia chiaro: le mie dimissioni non sono un atto di resa bensì un atto d’amore verso la città, affinché si possa uscire da una impasse che rischia di compromettere il futuro di Spoleto”.

 

“Ho sempre lavorato per sostenere al massimo l’attuale vicenda amministrativa: la mia disponibilità nei tuoi confronti, del partito e soprattutto della città è stata e continuerà sempre ad essere totale. Ho sostenuto lealmente la tua candidatura sin dall’inizio, rinunciando alle primarie e mettendo a disposizione dell’intera comunità la mia determinazione, la mia professionalità, la mia disponibilità quando, nel 2011, sono stato chiamato a ricoprire il ruolo di assessore ai Lavori Pubblici, Manutenzione del Patrimonio e Verde Pubblico, Risorse Umane, Polizia Municipale, Viabilità, Trasporti e Mobilità, Sport e Impiantistica Sportiva, Rapporti con la Comunità Montana”.

 

“Ho continuato a lavorare, onestamente e incessantemente, anche quando, senza alcuna ragione e soprattutto senza alcuna spiegazione, mi sono state tolte via SMS deleghe importanti e sono stato relegato ai margini dell’attività amministrativa”.

 

“Nonostante ciò, ho provato, – sempre con estrema correttezza – a mantenere rapporti
collaborativi con te, con i colleghi assessori, con i membri della maggioranza e ho cercato sempre, con serietà, trasparenza e responsabilità, di affrontare i problemi poiché la logica del temporeggiare e rimandare davvero non mi appartiene”.

 

“Per questa ragione, di fronte ad un problema come quello del riequilibrio di bilancio e del piano di rientro del disavanzo, occorre una azione decisa non incentrata solo ed esclusivamente a salvaguardare il presente bensì proiettata nel futuro a tutela e salvaguardia dei cittadini”.

 

“Approfitto di questo momento per rinnovarti la mia stima augurandoti di saper trovare la forza necessaria per assumere le decisioni giuste. Allo stesso modo, ringrazio i colleghi consiglieri e assessori che hanno condiviso con me la passione e l’impegno nell’espletamento del ruolo politico – amministrativo. Infine, ringrazio tutti i dipendenti comunali – in particolare quelli dei miei settori di riferimento – il cui lavoro è una vera risorsa per la nostra comunità”.

 

 

www.spoletonline.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più da Oltre la Somma - La voce libera

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading