Scacco matto al Sindaco De Augustinis: il Popolo della Famiglia condanna la sfiducia

Rosario Murro: ‘Lega e FDI responsabili di un disastro che si poteva evitare, Spoleto perde altri dieci mesi di vita’

Rosario Murro del Popolo della Famiglia punta il dito verso i responsabili di quello che definisce “un perfetto disastro politico” in un periodo pandemico dove a soffrire, come sempre più spesso, sono famiglie e lavoro in una crisi economica senza precedenti. “Fratelli d’Italia prima e la Lega poi con l’epurazione di buona parte dei suoi consiglieri comunali (Presidente del Consiglio Comunale compreso) con una modalità assai discutibile in tempi di democrazia, hanno dato il colpo finale a questa Giunta”, ha dichiarato Murro.

“La politica del ‘bene comune’ ha perso ancora una volta di fronte alla politica del più forte che vorrebbe, sempre e ad ogni costo, dire un’ultima parola anche se sbagliata. Si rischia così di mandare alla deriva l’intera popolazione spoletina che cerca di non rimanere schiacciata dalle difficoltà economiche, come più volte certificato dalla Caritas diocesana locale. L’arroganza politica non ha mai portato frutti e non comprendo queste prese di posizione ‘distorte’ nei confronti di un sindaco che fu scelto proprio da Lega e Fratelli d’Italia”, ha continuato Murro.

“Confermo quanto più volte sottolineato: il mio impegno sarà rivolto esclusivamente per il bene dei cittadini e mi addolora assistere sia all’ingresso di un Commissario Prefettizio e sia allo stallo che farà perdere altri dieci mesi di vita amministrativa a Spoleto prima delle prossime elezioni. Una situazione che fa urlare ‘vergogna!’ e che potrebbe addirittura ricomporre una sinistra in quiescenza di cui nessuno sentiva la mancanza”.