La Crisi non va in vacanza. Spoleto Flash mob di Fratelli d’Italia ai cancelli della Ex Cementir, Novelli ed Ex Pozzi

Nell’ambito della mobilitazione nazionale Fratelli d’Italia, per richiamare l’attenzione sulle difficoltà di molte aziende italiane di cui il Ministro Di Maio sembra scordarsi con ricadute importanti anche a livello occupazionale, oggi fratelli d’Italia ha svolto un flash-mob davanti ai cancelli di alcune aziende in crisi dello spoletino.

Un’area di crisi industriale di cui nessuno parla e che negli ultimi anni ha visto un vero e proprio spopolamento aziendale con gravi ricadute occupazionali, che in percentuali si aggira intorno al 25% della forza lavoro della città. Questa si aggiunge alle numerose aree di crisi aziendale della Regione Umbria da Terni all’Appennino, ma come tale non viene riconosciuta.

Questa mattina i militanti di Fratelli d’Italia si sono recati all’esterno degli stabilimenti spoletini dell’ex Cementir, Novelli ed Ex Pozzi, per solidarietà neo confronti dei lavoratori, i quali oggi convivono tra cassa integrazione straordinaria e futuro occupazionale incerto.

“Oltre ad una mancanza di politica industriale nazionale che Di Maio non sa neanche cosa sia – dicono da Fratelli d’Italia – bisogna difendere marchi e stabilimenti in Italia”. Così il coordinatore spoletino di Fd’I Rosario Murro, che ha guidato la manifestazione, alla quale ha partecipato anche il consigliere comunale Fd’I Stefano Polinori.

“Accanto alle aziende in crisi – aggiunge il deputato Fratelli d’Italia Emanuele Prisco – continueremo anche la battaglia a fianco di artigiani e piccole imprese su ecobonus e sisma bonus, per evitare che anche quelle aziende oggi in salute vengano messe un ginocchio da una scelta che si è rivelata sbagliata e che va immediatamente corretta”

FD’I Spoleto