Emergenza Rifiuti. Fototrappole , l’unica soluzione per salvaguardare l’ambiente

Crescono i Comuni che ricorrono alla foto trappole. Arginare l’indecenza e l’incuria  e un emergenza di spessore nazionale.

Da un lato coloro che non rispettano gli altri e l’ambiente e abbandonano i rifiuti; dall’altro coloro che hanno voglia di dedicare il proprio tempo libero per la pubblica utilità. Due aspetti opposti e complementari sui quali l’Amministrazione di Bibbiena ha deciso di intervenire con due nuovi regolamenti approvati nel Consiglio comunale del 31 di luglio.

A breve, dunque, arriveranno le foto trappole per beccare i furbetti  e contrastare gli  arbitrali abbandoni. Il deposito dei rifiuti rappresenta  una vera un’emergenza, a farne le spese   anche varie zone del territorio regionale  dell’ Umbria.  Il problema si abbina anche alla saturazione delle discariche , massimo tre, quattro anni poi si arriverà al collasso totale. In vari ambienti si parla anche di termovalorizzatori per sostenere l’impatto.

Buone notizie da marsciano , gia dal maggio scorso  raddoppiate il numero di fototrappole sul territorio comunale . Ai tre apparecchi già in uso da oltre sei mesi e utilizzati per evitare l’abbandono dei rifiuti se ne sono aggiunti  altri tre forniti al Comune da AURI (Autorità Umbra Rifiuti e Idrico).

In altri  territori Comunali  i  livelli  sono preoccupanti , una  vera piaga,  con  i tanti furbetti   Lo scarico abusivo e il deposito presso i cassonetti  è in continuo aumento , vere Isole Ecologiche ‘Abusive’.

Un problema in continua crescita  che fa  preoccupare oltre che ad apportare danni all’ambiente e disagi a più livelli. Sembra comunque in tutto questo , basterebbe  un po’ du buon senso  ed educazione civica.

 

R/M