Strettura, una discarica a cielo aperto!

Immondizia abbandonata  nella frazione di Strettura e nella sua periferia , lo scempio continua. La zona resta piena di rifiuti.Lo scempio continua

Ennesimo scempio. Ovvero, rifiuti di ogni sorta abbandonati  a Strettura  e nei pressi della sua periferia. Ebbene, a distanza di poche settimane da altre simili segnalazioni e dopo ol  puntuale intervento del Vus ,  la situazione resta purtroppo critica. Nuovo e vecchio pattume è stato abbandonato, a dimostrazione della inciviltà di taluni soggetti  non residenti.

Rifiuti di ogni genere fanno “bella mostra” nei pressi del cassonetto lungo la strada che collega Strettura a Casigliano:  tre frigoriferi , un televisore, sacchi pieni di materiale ferroso . Ma questi sono solo gli ultimi “regali” che sono stati lasciati da chi, davvero, non ha rispetto per nulla e nessuno. Verso la periferia della frazione , direzione Terni e nei pressi del depuratore fognario , meta preferita da alcune prostitute nigeriane , oltre a quello già esistente da anni : buste  ed una quantità di bottiglie in plastica , sedie  e  materassi , nel piazzale sterrato  anche mobili , damigiane , sacchi stracolmi di vario materiale altamente inquinante  e pneumatici . A questo si aggiungano i mobili che già da tempo sono stati abbandonati. Insieme a materassi, vestiti ed anche un frigorifero. Il colpo d’occhio che è offerto è davvero deprimente. Basterebbe poco per scaricare, in maniera del tutto gratuita, queste cose, evitando di inquinare. E dando anche un bel esempio di civiltà, che purtroppo troppo spesso passa in secondo piano.

Interessati del problema  e segnalato sia il Comune di Spoleto , Vus e Arpa di Foligno  il continuo abbandono selvaggio di rifiuti.  Non è da escludere che alcuni residenti presenteranno presso gli Organi di Polizia  locale ,  formale denuncia contro ignoti per abbandono volontario di rifiuti.

 

 

Rosario Murro