Spoleto verso il ballottaggio, Zaffini e Murro (FdI): “Siamo fiduciosi che gli Spoletini siano pienamente consapevoli di quanto sta accadendo e confidiamo che sceglieranno il meglio per la nostra città”

Ci sono due categorie di Sindaci: la prima è quella a cui i cittadini fanno un grande favore e danno troppo credito a beneficio non della Città ma dell’orgoglio personale della persona scelta; la seconda è quella che, con la propria disponibilità, fa un grande favore ai Cittadini e da’ credito alla Città: a quest’ultima appartiene Umberto de Augustinis!

A parte una unica eccezione, negli ultimi venti/trenta anni, Spoleto ha invece sempre avuto sindaci appartenenti alla prima categoria e oggi ne paga le conseguenze. Vogliamo un cambiamento radicale della società a partire dal nostro territorio: la nostra priorita’ e’ il bene comune, vogliamo rendere Spoleto un comune virtuoso.

Cosi il Senatore Franco Zaffini , Coordinatore Regionale Fratelli d’Italia cui fa eco Rosario Murro, Segretario cittadino FdI che aggiunge: “Crediamo nella candidatura di Umberto De Augustinis , alla partecipazione a un progetto comune attraverso il quale creare quel ,senso di appartenenza, cui ogni tanto si fa appello e che mai si vede realizzato, perché vogliamo che ognuno senta di poter vivere e non sopravvivere in questa città».

L’obiettivo e’ quello di governare dimostrando di avere la competenza per farlo, nonche’ il rigore e la determinazione giusta per un territorio vasto e complesso come quello di Spoleto.

Abbiamo in mente una città più sicura, meno degradata, con una Amministrazione capace, trasparente e al servizio del cittadino. Lavoro , Sicurezza e Dignità Sociale.

Dobbiamo creare un senso di comunità che elimini le storiche differenze tra centro storico e periferie, vogliamo lavorare per riqualificare il centro urbano della città , il tessuto commerciale locale , le Frazioni .

Rispetto al senso civico, riteniamo di poter rappresentare e interpretare, finalmente tutto questo con una squadra di amministratori competenti al servizio della città”

“Spoleto, dimenticata dalle politiche messe in atto dalla Regione, e’ oggi sotto i riflettori. Non e’ necessario evidenziare ulteriormente le manovre ipocrite di una sinistra in declino. Un’alleanza del Pd che si consuma sotto l’egida e con la regia della governatrice dell’Umbria, un accordo discutibile sotto tutti i punti di vista e che ripropone, con presunzione, un sistema di governo vecchio e stantio. Spoleto ha bisogno di legalità e competenze e innovazione nei sistemi amministrativi cittadini e in tutti i settori. La strada giusta da seguire è quella di Umberto De Augustinis. Siamo fiduciosi che gli Spoletini siano pienamente consapevoli di quanto sta accadendo e confidiamo che sceglieranno il meglio per la nostra citta’, concludono i due esponenti del Partito.

Potrebbero interessarti anche...