M5S Spoleto- Nuove assunzioni in Comune : prima no ed ora si?

Un anno fa cominciò la nostra battaglia per far sì che i servizi educativi del nido di Villa Redenta rimanessero a gestione diretta del Comune e che non fossero esternalizzati.

 

Chiedemmo a gran voce di investire in quel settore del sociale ma ci venne negato con grande determinazione dalla Giunta, attraverso le parole del Vice Sindaco Bececco che in più interviste ci teneva a sciorinare la normativa (e con puntualità anche i comma), che impedivano per legge ai cattivi pagatori come il comune di Spoleto ogni tipo di assunzione.

Poi la Giunta ha fatto dietro front e, almeno per quest’anno, i servizi di Villa Redenta sono a diretta gestione Comunale. Ribadiamo anzi all’Assessore e all’intera Giunta che esiste una norma ad hocproprio per agevolare i comuni in difficoltà nell’assumere personale per i servizi dedicati all’infanzia. E’ evidente che le scelte politiche di questa giunta non vogliano andare in questa direzione e avvalersi degli strumenti disponibili in questo senso.

Intanto però il Comune sta procedendo all’assunzione di 6 nuovi dipendenti di cui 2 previsti nella Polizia Municipale. Corre l’obbligo di porsi diverse domande di fronte a questa notizia. Significa che il comune non è più un “cattivo pagatore”? Beh, non ci risulta. Quindi, quali cambiamenti sono intervenuti a far sì che ora il comune di Spoleto possa assumere? E se può farlo, da che cosa è determinata la scelta di assumere più vigili o personale all’ufficio tributi, anziché nei servizi o in altri uffici dove è carente?

Un’amministrazione trasparente dovrebbe fornire ai cittadini delle spiegazioni in merito a questa scelta.Di fronte alle dovute spiegazioni si può anche condividere una scelta se la si ritiene appropriata, opportuna e rispettosa dei termini di legge. Richiederemo quindi dei chiarimenti nelle sedi Istituzionali.

MoVimento 5 Stelle Spoleto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più da Oltre la Somma - La voce libera

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading